Una turista americana di 25 anni è stata violentata durante la notte tra il 27 e il 28 luglio scorsi in una discoteca di Sorrento, città presso la quale la ragazza di trovava in vacanza. I colpevoli sono stati immediatamente individuati e arrestati dai carabinieri di Sorrento con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Si tratta di un 20enne di Caserta e un 22enne di San Nicola la Strada (Caserta).

Sempre i carabinieri della città campana, supportati in fase esecutiva dai carabinieri di Marcianise, hanno resa esecutiva un’ordinanza cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della procura di Sorrento. In una serata di relax e divertimento con le amiche, la turista statunitense aveva conosciuto nel locale sorrentino i due giovani italiani che, dopo aver condotto la ragazza nei bagni della discoteca, l”hanno violentata.

La giovane straniera, sotto shock per l’accaduto, è riuscita solo il pomeriggio successivo alla violenza a raggiungere l’ospedale di Sorrento per richiedere le cure dei sanitari e per denunciare l’abuso ai carabinieri. Dopo una serie di indagini e, soprattutto, grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza interni al locale, sono stati identificati i due presunti colpevoli, ovvero il 20enne e il 22enne, quest’ultimo ex calciatore di serie D. Uno dei due autori dello stupro sarebbe stato incastrato per via di un vistoso tatuaggio sul braccio.