[AGGIORNAMENTO ore 13:00] Sarebbero due gli italiani tra le vittime degli attentati in Spagna. Il secondo connazionale morto si chiama Luca Russo, originario di Bassano del Grappa. Il giovane si trovava in vacanza insieme alla sua compagna. Quest’ultima è rimasta ferita ma non si troverebbe in condizioni critiche.

Non c’è ancora la conferma ufficiale, ma sembra che in Spagna, nel corso dell’attentato di Barcellona di giovedì pomeriggio, sia morto anche un cittadino italiano.

A confermarlo è l’edizione italiana della rivista Tom’s Hardware, la quale ha fatto sapere che tra le vittime ci sarebbe anche un suo dipendente, Bruno Gulotta, 35enne originario di Legnano, impiegato come responsabile vendite e in vacanza in Spagna con la famiglia. La sua morte deve però ancora essere ufficializzata dalla Farnesina.

bruno_gulotta

L’ambasciata italiana ha invece confermato che sono tre i feriti italiani a seguito dell’investimento sulle Ramblas. Due tra questi, ha riferito l’ambasciatore Stefano Sannino, sono già stati dimessi dopo essere stati ricoverati, mentre il terzo non sarebbe in condizioni critiche.

Gli investigatori stanno lavorando sulla pista di un’unica cellula terroristica dietro agli attentati di Barcellona e Cambrils, più l’esplosione di una casa avvenuta presso il Comune di Montecarlo de Alcanar Platja (nella quale sarebbero rimasti feriti sette cittadini, tra i quali anche un italiano).

Mercoledì notte, infatti, un’abitazione della cittadina a 90 km da Cambrils è stata investita da una violenta esplosione: la polizia ha confermato che a morire è stato un uomo che stava fabbricando dell’esplosivo maneggiando bombole di gas. Un altro uomo, di origine marocchina, invece è rimasto ferito ed è stato tratto in stato di arresto. Tra le macerie sono stati rinvenuti documenti che confermerebbe il collegamento con l’attacco di Barcellona.

Si attende invece l’identificazione dei cinque terroristi morti nella sparatoria di questa notte a Cambrils. L’attacco avrebbe potuto avere conseguenze ancora più devastanti rispetto a quello di Barcellona (sei feriti contro le 13 vittime e oltre 100 feriti della provincia), dato che sui corpi dei terroristi sono state trovate cinture esplosive.