A Paternò, all’angolo tra via Venezia e via Goffredo Mameli, nel catanese, un uomo, accortosi che – sotto la sua abitazione – un giovane di 25 anni aveva parcheggiato l’auto nel posto macchina a lui riservato, prima gli avrebbe intimato in malo modo di togliere immediatamente l’autovettura, poi si sarebbe talmente alterato da far scaturire una lite accesa al termine della quale il 50enne ha estratto una pistola esplodendo un colpo verso la vittima che, fortunatamente, non è stata colpita. Immediato l’intervento delle pattuglie del Nucleo Radiomobile e Operativo che, allertate da un passante, hanno bloccato ed ammanettato l’uomo mentre tentava di fuggire.

Spara ad un giovane ragazzo e poi fugge

Subito dopo è scattata la perquisizione del suo appartamento dove sono state rinvenute e sequestrate diverse armi: una pistola calibro 22 con matricola abrasa, una pistola David Automatic Pistol calibro 22 con matricola abrasa, una pistola a tamburo calibro 7,65 con matricola abrasa, circa 500 proiettili di vario calibro e tre caricatori con proiettili già inseriti. Le armi sono state inviate ai RIS di Messina per gli accertamenti tecnico balistici e per stabilire se siano state utilizzate in pregresse azioni criminose.

Intanto l’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza, a Catania, a disposizione dell’autorità giudiziaria.