Sparatoria in pieno centro a Napoli, nel mercato della Maddalena alla Duchessa. Oltre ad essere stati feriti tre extracomunitari, è stata colpita accidentalmente anche una bambina di dieci anni, trasportata subito all’ospedale Santobono ma non in pericolo di vita. La dinamica di quanto accaduto non è stata ancora individuata ma gli inquirenti sospettano che possa essersi trattato di un atto di ritorsione della malavita del posto, probabilmente legato alla riscossione del pizzo sulle attività commerciali.

E sempre secondo le prime indagini, l’obiettivo della sparatoria potrebbe essere stato in realtà solo un commerciante di colore presente sul posto con la sua bancarella di borse. Gli altri feriti, compresa la bambina di dieci anni, avrebbero avuto soltanto la sfortuna di trovarsi al momento sbagliato nel posto sbagliato. Al momento degli spari, infatti, le persone presenti avrebbero iniziato a scappare ovunque, cercando di mettersi al riparo.

All’arrivo della polizia, alcuni componenti della comunità africana presente nella zona avrebbero scatenato anche un momento di tensione che poi le forze dell’ordine sarebbero riuscite a sedare. I tre commercianti extracomunitari feriti durante la sparatoria, che hanno età compresa tra i 32 e i 38 anni e sono tutti senegalesi, sono stati feriti da schegge. Uno di loro, tra l’altro, sarebbe ricoverato in gravi condizioni ma non sarebbe attualmente in pericolo di vita.