Il neoministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha appena rilasciato una dichiarazione informativa sulla sparatoria avvenuta questa mattina di fronte a Palazzo Chigi, ad opera di un uomo, il cui nome è Luigi Preiti.

“L’autore di questo gesto è un disoccupato di 49 anni. Aveva manifestato l’intenzione di volersi suicidare, non ha potuto farlo perché il caricatore della sua pistola si era esaurito. Sono stati esplosi 6 colpi. Due hanno colpito il brigadiere Giuseppe Giangrande, che è stato ricoverato al Policlinico Umberto I. Io e il ministro della Difesa Mauro ci siamo recati all’ospedale, dove ci hanno informato che la prognosi è riservata. E’ stato colpito anche il carabiniere scelto Francesco Negri, ferito ad entrambe le gambe. La sua prognosi non è riservata”.

Il ministro Alfano ha poi proseguito: “Da un primo esame della vicenda, questa può essere ricondotta ad un gesto isolato. Tuttavia sono in corso ulteriori accertamenti. La situazione generale dell’ordine pubblico nel Paese non desta preoccupazioni. Sono comunque stati rafforzati controlli su obiettivi a rischio. Da parte del Governo, insieme al presidente del Consiglio Letta, esprimo la nostra solidarietà all’Arma dei Carabinieri e alle famiglie dei militari colpiti. Il Governo è disponibile a riferire già domani mattina in Parlamento sull’accaduto”.