Giornata di sangue oggi a Roma. Tre omicidi sono stati compiuti in diverse zone della Capitale, tutti usando armi da fuoco.

In mattinata, a Tor Sapienza, Claudio D’Andria, 62 anni, incensurato, è stato ucciso sotto casa con un colpo di pistola alla testa, mentre portava a spasso i cani. Gli investigatori della squadra mobile ipotizzano un atto premeditato, sebbene non sia chiaro il movente. La vittima è stata freddata con un proiettile calibro 7,65 in fronte. Alcuni testimoni asseriscono di aver visto un uomo fuggire in un parco circostante.

Poco dopo il tramonto, a Focene, Gianpiero Rasseni, 40 anni, piccoli precedenti, è stato ucciso all’interno della propria abitazione.  Anche in questo caso l’assassinio è avvenuto mediante un colpo di pistola alla testa. La polizia (foto by InfoPhoto) ritiene che l’omicida sia fuggito in moto e possa aver usato una pistola a tamburo, poiché non sono stati trovati bossoli.

Nel tardo pomeriggio, ad Anzio, si è verificata una sparatoria in strada. Una persona è stata uccisa e un’altra ferita in modo grave, sempre a colpi di arma da fuoco. Si tratta di due giovani; viaggiavano su un’auto, quando sono stati colpiti.