Continua la scia di sangue, ennesima sparatoria. Stavolta a 150 chilometri da Chicago, sul lago Michigan, negli States. Stando alle prime informazioni, ci sarebbero almeno tre morti nella sparatoria avvenuta all’interno del Tribunale di St. Joseph in Michigan, uno stato federato degli Stati Uniti d’America. Ma cosa è successo? Sembrerebbe infatti che un uomo, mentre veniva trasferito in carcere, si sarebbe impossessato dell’arma di una guardia carceraria iniziando così a sparare all’impazzata.

Sarebbero morti due ufficiali giudiziari e anche lo stesso omicida che, probabilmente, è stato assassinato dalla polizia locale; un altro poliziotto invece sarebbe rimasto ferito ad un braccio e ad un dito. L’edificio è stato immediatamente isolato e messo in sicurezza per evitare il peggio.

Intanto a confermare la notizia della sparatoria è stata la stessa polizia per bocca dello sceriffo di Berrien County, Paul Bailey, che ha parlato di tre morti: i due ufficiali giudiziari e e l’autore della sparatoria del Michigan all’interno del Tribunale di St. Joseph.

Intanto è stata avviata un’indagine che dovrà far luce sull’accaduto in Michigan. Come è possibile che l’uomo sia riuscito ad impossessarsi di quell’arma? E perché ha sparato? Il governatore Rick Snyder, infine, ha scritto un tweet con su scritto: “La zona è stata messa in sicurezza e la polizia ha iniziato l’indagine sulla sparatoria del pomeriggio”.