Ieri sera, nel quartiere Fuorigrotta di Napoli, alcuni spari nella folla hanno portato al ferimento grave di un sovrintendente della Polizia mobile. Al momento si stanno cercando i responsabili di quanto accaduto. A quanto pare gli spari nella folla sarebbero stati la conseguenza di un conflitto a fuoco tra due agenti in abiti borghesi e alcuni malviventi, a pochissima distanza dall’affollata stazione ferroviaria Cumana.

Impauriti dagli spari, tutti i presenti sono stati colti da panico, soprattutto in via Leopardi, a quell’ora della sera piena di persone che tornavano a casa (il fatto sarebbe accaduto attorno alle ore 20:00).

Per cercare i responsabili si è attivata persino una pagina Facebook gestita da alcuni poliziotti: è qui che si apprende come i malviventi sarebbero fuggiti a bordo di una Matiz in seguito alla sparatoria.

La dinamica di quanto accaduto sarebbe invece ancora tutta da chiarire: gli uomini della polizia erano probabilmente in servizio, al lavoro su un’operazione antiestorsione. La loro auto sarebbe stata parcheggiata lungo la strada e da lì i due poliziotti sarebbero andati alla ricerca dei malviventi, scatenando poi la sparatoria e gli spari nella folla. Non è neppure chiaro se sia andata effettivamente così o se i poliziotti fossero intervenuti per bloccare un’aggressione o una rapina.

Il poliziotto ferito è stato intanto trasferito all’ospedale Cardarelli di Napoli (è stato colpito al collo e ad una spalla). Le sue condizioni sono state dichiarate serie ma l’uomo resta vigile e sarà sottoposto ad ulteriori accertamenti.