Aggiornamento 15:40 – sarebbero otto le persone ferite lievemente nel corso della sparatoria in un liceo francese. Le forze dell’ordine avrebbero disinnescato anche un ordigno secondo quanto riporta Le Figaro.

Sarebbe stato uno studente di diciassette anni a provocare alcuni spari in un liceo francese di Grasse (Provenza), l’istituto Alexis de Tocqueville. Almeno due persone sarebbero state colpite e ferite leggermente, compreso il preside del liceo. Fortunatamente, però, nessuna delle vittime sembra essere in pericolo di vita, stando a quanto reso noto dai soccorritori giunti sul luogo.

Sembrerebbe dunque essere stata scartata l’ipotesi che gli spari nel liceo francese siano stati provocati da un atto terroristico. Il giovane studente diciassettenne sarebbe però stato trovato in possesso di numerose armi e avrebbe agito da solo o comunque nessun complice sarebbe riuscito a fuggire. La polizia ha infatti escluso che un secondo uomo sia in fuga ma il quotidiano Nice Matin riporta che in realtà sarebbero stati due gli studenti a far fuoco.

Quello che si sa al momento sull’autore della sparatoria è che il suo nome non era noto ai servizi di sicurezza e che il giovane, in passato, avrebbe avuto screzi con il preside (che è stato colpito). Dalle prime ricostruzioni, pare che lo studente sia entrato all’interno dell’istituto scolastico imbracciando un fucile a pompa e maneggiando una pistola. A quel punto avrebbe aperto il fuoco contro il preside e avrebbe così ferito anche un altro studente presente al momento del fatto. Sembra che il giovane fosse in possesso anche di due granate. Il diciassettenne sarebbe stato arrestato.