Una pratica in Cina pare abbia conquistato sempre più appassionati, costringendo il governo centrale a passare all’azione. Stando a quanto riporta la stampa locale, soprattutto nelle aree rurali del paese sarebbe ormai consuetudine invitare spogliarelliste ai funerali, così da intrattenere e risollevare gli animi dei parenti colti dal dolore. Tuona però Pechino: la pratica sarà vietata.

La consuetudine ha origine dal passato, seppur con delle evoluzioni del tutto moderne. Nella cultura cinese, infatti, sembra non sia raro assumere delle “kusangren”, delle prefiche chiamate a commemorare con performance artistiche la vita del caro estinto. È usanza ritenere che una cerimonia funebre a cui partecipano molte persone agevolerà la vita ultraterrena del defunto. Negli ultimi anni, però, all’arte delle prefiche è stato sostituito lo spogliarello. Uno spettacolo che di certo attira i curiosi, ma giudicato da molti improprio per il tipo di cerimonia in corso.

Il Ministero della Cultura la scorsa settimana ha annunciato il divieto al ricorso di spogliarelliste ai funerali, con tanto di azioni di polizia per arginare il fenomeno. Degli “atti incivili”, che verranno presto puniti con multe salate e, in alcuni casi, sembra anche con la reclusione.

Fonte: CNN