Orribile, scandaloso e irrispettoso. Questi sono solo alcuni dei commenti che la visione dell’ultimo spot Mediaset Espana ha scatenato tra gli abitanti della penisola iberica. Andato in onda sulle reti televisive spagnole, il promo voleva essere una campagna di disapprovazione per la cancellazione di due canali della società televisiva, La Siete e La Nueve, ma si è trasformato in una vera e propria bufera mediatica. Il motivo dell’accesa discussione e disapprovazione da parte del pubblico è stata la similitudine tra la cancellazione di due reti televisive e la morte delle vittime di incidenti stradali (guarda qui il video dell’incidente più costoso del mondo). Ecco il video.

Mediaset ha scelto uno spot d’animazione in cui una famiglia, “in un giorno di primavera come tanti altri”, attraversa la strada sulle strisce pedonali e con il semaforo verde e viene investita da un’auto pirata. Il video si conclude con “tra tutti hanno ucciso solo loro… In memoria di La Siete e La Nueve”.

Lo spot nasce dal ricorso di Mediaset, respinto dalla Corte Suprema spagnola, contro l’assegnazione dei canali digitali decisa dall’allora governo Zapatero nel 2010, una sentenza che di fatto certifica ufficialmente dal 6 maggio la morte di la Siete, la Nueve e di altri sette canali. Lo spot è stato diffuso su tutte le reti televisive e nelle ore in cui l’audience è ai suoi massimi livelli, ma in molti l’hanno giudicato irrispettoso perché offenderebbe le vittime di incidenti stradali che hanno richiesto la cancellazione del video, considerando “mostruoso” il paragone tra la morte di una persona e la chiusura di un canale televisivo.