La storia del piccolo Dylan ha dell’incredibile. A soli due anni, il bimbo si è svegliato dal coma poco prima che i medici decidessero di staccargli la spina. Sembrava che per lui non ci fossero più speranze, che non ci fosse più niente da fare e, invece, Dylan – affetto da un rarissimo cancro al polmone – ha stupito tutti: ora è stato dichiarato ufficialmente guarito.

La storia di Dylan

Tutto comincia quando il piccolo viene ricoverato in un ospedale della Gran Bretagna per problemi respiratori: lì scoprono che i suoi polmoni erano collassati e che aveva una massa di cisti che li ricoprivano per l’80%. La diagnosi è stata di istiocitosi polmonare, ovvero un cancro raro che colpisce soprattutto i bambini. Dopo poco tempo, Dylan contrae una polmonite batterica, finisce in coma e rischia di morire. Quando i genitori decidono di staccargli la spina, Dylan reagisce. “Fermatevi, combatte ancora” hanno urlato i medici dell’ospedale. Dopo un periodo in terapia intensiva, il piccolo è tornato a casa. Ora sta bene.

Dylan è stato sottoposto anche a chemioterapia fino a luglio 2017, è diventato protagonista di una campagna dell’organizzazione “CLIC Sargent”, che aiuta le famiglie coi bambini malati di cancro. Insomma, quasi un miracolo.