E’ morto all’età di 52 anni Stefano Campagna, noto giornalista del Tg1. Campagna era da tempo gravemente malato ed è deceduto in una clinica romana dov’era ricoverato. Era una delle personalità più conosciute della rete ammiraglia della Rai. Conduttore del Tg del mattino e commentatore della sezione meteorologica del telegiornale, il giornalista è conosciuto anche per una sua intervista rilasciata nel 2007 nella quale dichiarò di essere gay.

“Io non sono ‘dichiarato’ – aveva affermato Campagna durante l’intervista – sono una persona che lavora e che non ha nulla da nascondere. Quella che i benpensanti chiamano ostentazione per me è vita“. La Rai (scopri qui come pagare il canone Rai) è in lutto e in una nota l’azienda televisiva scrive: “Se ne è andato in punta di piedi, il collega Stefano Campagna, volto noto del Tg1, giornalista eclettico. Ha combattuto la sua battaglia contro la malattia con la stessa discrezione con cui è vissuto. Credeva nel servizio pubblico ed era grato per le opportunità che la vita e l’azienda gli avevano offerto”.

Ma Stefano Campagna non è ricordato solo per le sue grandi qualità professionali. Ciò che più colpiva di lui e che sia gli alti vertici della Rai che i telespettatori amavano profondamente era il suo modo di essere. La Rai, infatti, lo ricorda così: ”Proprio la sua umanità, il suo sorriso sincero, che avevano catturato la simpatia e l’affetto di tanti telespettatori, negli anni della sua conduzione nell’edizione della mattina del Tg1, mancheranno a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di stargli vicino”. In Rai dal 1997, prima di condurre il Tg1 aveva già lavorato per il telegiornale di Rai2 e, nel 2012, aveva partecipato anche al programma televisivo condotto da Milly Carlucci “Ballando con le stelle”.

Foto by InfoPhoto