Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Marianna Madia, ha firmato oggi una circolare per vietare gli incarichi ai pensionati nella P.A.

In realtà le indicazioni fornite nella comunicazione sono una precisazione in merito a quanto stabilito dall’articolo 6 del decreto legge 90 del 2014, in cui è stabilito che non possono essere conferiti incarichi di studio o di consulenza né incarichi dirigenziali o direttivi a soggetti che abbiano già lavorato nel settore pubblico o privato e siano in pensione. Unica eccezione prevista è concessa nel caso in cui non si tratti di incarichi oppure cariche conferiti a titolo gratuito e purché gli stessi durino al massimo per un anno, senza possibilità di rinnovo o di proroghe.

La Madia ha spiegato che il provvedimento mira ad evitare che il conferimento di alcuni incarichi possa essere utilizzato dalle amministrazioni pubbliche per continuare ad avvalersi di dipendenti andati in pensione, aggirando in questo modo l’istituto stesso della pensione e bloccando l’accesso dei giovani nel mondo del lavoro.

La disciplina illustrata nella circolare è entrata in vigore con il decreto legge 90/2014 e si riferisce dunque a tutti gli incarichi o alle cariche disposti a partire dalla data del 25 giugno 2014, lasciando indenni tutti quelli conferiti fino al 24 giugno compreso.

photo credit: Palazzochigi via photopin cc