Il Comune di Roma dichiara guerra ai centurioni, ai risciò e ai venditori ambulanti abusivi che affollano la zona del Colosseo e le altre aree maggiormente frequentate dai turisti. Il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca nelle scorse ore ha emanato 3 ordinanze per vietare ai centurioni di scattare foto a pagamento con i turisti, per proibire la vendita di biglietti di tour turistici e musei da parte degli ambulanti abusivi e per vietare la circolazione dei risciò senza licenza.

La decisione di Tronca è motivata da ragioni di sicurezza in vista dell’imminente Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco e dell’allerta terrorismo alta in Italia a seguito dei tragici fatti di Parigi. Tronca ha inoltre puntato il dito contro il comportamento aggressivo di molti centurioni che non di rado importunano i turisti e si fanno eccessivamente insistenti. Per quanto riguarda i venditori ambulanti il divieto vale per i cosiddetti venditori di biglietti “saltafila” che propongono ai turisti impazienti un ingresso più rapido ai musei a costi maggiorati.

Nelle ordinanze si vieta poi la circolazione dei risciò per ragioni di sicurezza e ordine pubblico:

Si tratta di mezzi che potendo essere condotti senza titolo di guida e non soggetti all’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile non dispongono dei requisiti necessari a tutela della sicurezza nella circolazione.

Il commissario straordinario ha spiegato che la polizia locale e le forze dell’ordine non devono essere intralciate nel mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza durante il Giubileo. Per questo motivo il Comune sta cercando di eliminare qualsiasi ostacolo che possa turbare il lavoro degli addetti alla sicurezza. Tronca non esclude di estendere i divieti anche ad altre aree della città se dovesse rivelarsi necessario. Chi verrà sorpreso a infrangere i divieti previsti dalle tre ordinanze del Campidoglio pagherà con multe salate fino a 400 euro e il sequestro di beni e mezzi coinvolti.

La decisione del Commissario è stata accolta con favore dalla presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi che da tempo invocava un intervento del Comune per ripristinare l’ordine pubblico in via Ottaviano e per frenare la concorrenza sleale nei confronti dei commercianti della zona.