Un barlume di speranza riluce anche nelle situazioni più disperate. Si può interpretare così il miracoloso ritrovamento di un neonato che era stato perso nella confusione della strage di Nizza.

Una donna di origini malgasce aveva infatti inviato un disperato messaggio di aiuto su Facebook nella nottata di ieri, spiegando di aver perso il neonato di otto mesi che si trovava all’interno di una carrozzina blu, la quale era stata trascinata via dalla folla durante il fuggifuggi generale seguente alla folla corsa del tir che ha provocato 84 morti.

La protagonista della vicenda, tale Tiava Banner, questa mattina ha voluto rassicurare tutti coloro che si sono preoccupati per lei, affermando di essere riuscita a ritrovare il bambino grazie all’aiuto di alcune persone generose.

La zia del neonato ha spiegato che alcune persone (viene ringraziata la signora Joy Ruez ) avevano trovato la carrozzina con il bambino e l’avevano portata a casa loro; tramite il passaparola di Facebook le è arrivato un messaggio nel quale veniva avvisata delle condizioni di salute del piccolo.

Non si tratterebbe però dell’unico caso di bambini dispersi durante il caos di ieri notte, che per la maggior parte sono stati portati nella caserma Auvare, dove rimangono in attesa di essere riabbracciati dai genitori. Il tir della strage di Nizza purtroppo ha investito molti bambini e attualmente nell’ospedale Lenval vi sarebbero circa 50 minori ricoverati.

Nel frattempo la hall dell’hotel Negresco e di altri alberghi di lusso si sono trasformate in un ospedale da campo, con decine di feriti arrivati durante la notte e testimoni che stanno offrendo la propria versione dei fatti alle autorità.