Sono 6 i morti, 66 i feriti tra cui 12 gravi (alcuni in pericolo di vita) che non sono riusciti a sopravvivere al fuggi fuggi in una discoteca di Ancona, in località Madonna del Piano, dove si stava svolgendo il concerto del noto rapper Sfera Ebbasta. Presenti in quel momento tantissimi minori: stando ad una prima ricostruzione, a scatenare il panico sarebbe stato l’utilizzo da parte di qualcuno di spray urticante. I ragazzi hanno reagito scappando via e creando una situazione di vero e proprio caos generale.

Una dinamica che ricorda molto quella di piazza San Carlo a Torino e che, dunque, verrà approfondita dagli inquirenti nelle prossime ore. Bisognerà capire se tutte le uscite di emergenza della discoteca fossero funzionanti e bisognerà risalire il prima possibile all’autore del fatto. A chi ha utilizzato lo spray.

Un 16enne, rimasto ferito, ha raccontato che “stavano ballando in attesa che cominciasse il concerto quando hanno sentito un odore acre“: “Siamo corsi verso una delle uscite di emergenza ma l’abbiamo trovata sbarrata, i buttafuori ci dicevano di rientrare”.  Un’uscita d’emergenza chiusa avrebbe costretto i giovani a spostarsi di lato e decine di loro sarebbero caduti dal muretto nella zona sottostante: “Uno è morto schiacciato sotto tutti” ha spiegato.

LA DINAMICA DEI FATTI E LE PRIME TESTIMONIANZE

LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO MATTEO SALVINI