Una donna di 38 anni, Cristina Omes, e i suoi due figli di 5 anni e 20 mesi sono stati ritrovati sgozzati all’interno della loro casa di Motta Visconti (Milano).  Il marito della donna, Carlo Lissi, è stato fermato con l’accusa di aver commesso il triplice omicidio dopo un lungo interrogatorio. E’ stato lui stesso ad allertare i carabinieri.

Terribile la scena che gli inquirenti si sono ritrovati davanti quando sono arrivati nella casa: sangue ovunque e i corpi martoriati delle tre vittime, posizionati in luoghi diversi dell’abitazione. Dalle prime notizie trapelate, sembra che i soldi contenuti nella cassaforte siano spariti. Ad ogni modo non sarebbero presenti segni di effrazione né sulla porta di casa né sulla cassaforte stessa. Gli inquirenti sospettano che si sia trattata di una messainscena per mascherare il delitto in un furto finito male.