L’hanno preso in Francia, a Marsiglia. Era armato di un fucile Kalashnikov e di una pistola. La Polizia doganale transalpina ha arrestato un uomo ritenuto di essere l’autore della strage al museo ebraico di Bruxelles, compiuta il 24 maggio. Il suo nome è Mehdi Nemmouche, ha 29 anni ed è originario di Roubaix.

Secondo i servizi segreti francesi, Nemmouche sarebbe schedato come appartenente alla jihad islamica della Siria e si sarebbe trovato nel paese di Assad nel 2013, in compagnia di altri estremisti islamici. Nemmouche è stato femato dai doganieri mentre si trovava su un autobus proveniente da Amsterdam e transitato a Bruxelles. Le munizioni che portava con sé sono dello stesso tipo usato per la strage. L’attacco antisemita al museo ebraico ha provocato quattro morti. Le telecamere di sorveglianza avevano ripreso un uomo armato di fucile d’assalto mentre sparava, per poi allontanarsi. Le vittime sono una coppia di turisti israeliani, una donna francese e un giovane belga.