La lista delle stragi negli Stati Uniti si allunga drammaticamente. Per l’ennesima volta la causa sono le ’armi facili’ e tra le vittime ci sono ancora bambini. Un ragazzo di 15 anni ha ucciso a colpi di pistola la sua famiglia in una casa di South Valley, un sobborgo meridionale di Albuquerque, principale città del New Mexico (foto cbc.ca): le vittime sono il padre, la madre, due fratelli e una sorella, appartenenti tutti alla famiglia Griego, molto conosciuta nella vicina Calvary Church.

Secondo le prime informazioni, i cinque corpi, crivellati di proiettili, sono stati trovati la notte scorsa in un lago di sangue: “Non c’è altro modo di dirlo: abbiamo una scena del crimine mostruosa” ha riferito Dan Houston, sceriffo della contea di Bernalillo nel descrivere l’orrore apparso ai primi agenti intervenuti. Un orrore che si è trasformato in sdegno quando è stato arrestato l’autore dei brutali omicidi: il quindicenne Nehemiah, figlio di Greg, pastore evangelico, e fratello delle vittime. La famiglia Griego aveva dieci figli (sei femmine e quattro maschi), ma erano in pochi tra i vicini a conoscere Nehemiah che girava spesso vestito con una tuta mimetica.

Nell’abitazione la polizia ha rinvenuto numerose armi da fuoco, tra cui un potente fucile d’assalto in stile militare, simile a quello usato poco più di un mese fa da Adam Lanza per il massacro di 20 bambini nella scuola elementare Sandy Hook di Newtown. Una tragedia che arriva proprio nella prima giornata in cui Barack Obama ha prestato giuramento per il suo secondo mandato alla Casa Bianca. Ora si attende un significativo giro di vite al controllo sulle armi con buona pace della  National Rifle Association (la cosiddetta lobby delle armi).

LINK UTILI

Strage Aurora: un folle provoca 4 morti

L’orrendo massacro nella scuola elementare Sandy Hook

Strage scuola Connecticut: l’assassino aveva 24 anni, madre trovata morta in casa

Strage scuola Connecticut: folle uccide 27 persone, fra cui 18 bambini

Obama e la legge sulle armi che cambierà