Stati Uniti sbigottiti e infuriati ancora una volta a causa dell’immotivata uccisione dei propri figli: la strage in Oregon iniziata alle 10.30 (ora locale) ha provocato almeno 10 morti, tra cui lo stesso killer.

Questi è stato identificato come il 26enne Chris Harper Mercer. A essere colpito dalla disgrazia la scuola locale, l’Umpqua Community College di Rosegurb in Oregon. La dinamica della strage non è ancora chiara: gli investigatori stanno cercando di ricostruire tutti i passaggi e per ora tutte le testimonianze acclarate sono quelle dei testimoni diretti degli orribili eventi.

Una ragazza 18enne ha raccontato al padre che Mercer è entrato nella sua classe sparando a bruciapelo: alcuni studenti sono rimasti feriti mentre gli altri si sono rannicchiati per terra. Mentre ricaricava l’arma il killer avrebbe ordinato agli studenti di alzarsi nel caso fossero cristiani, cosa che spinge gli investigatori a seguire la pista dell’odio religioso.

Chris li avrebbe colpiti con un’arma automatica o semi-automatica non prima di affermare quanto segue: “Bene, siete cristiani, tra un secondo vedrete Dio”. Stando alla polizia Mercer sarebbe stato dotato di un giubbotto antiproiettile e sarebbe stato pesantemente armato (tre pistole e un fucile) con munizioni sufficienti per una sparatoria prolungata. Il killer si sarebbe mosso da un edificio all’altra della scuola e infatti i soccorritori hanno trovato morti e feriti in molteplici classi.

Non è ancora stato confermato ufficialmente dalle autorità ma pare che Mercer giovedì mattina possa aver lasciato un messaggio ammonitore sulla community web 4chan: “Alcuni di voi sono brave persone. Non andate a scuola domani se vivete nel nord-ovest”, questo il testo del post anonimo.

Raggiuto dalla notizia il Presidente Barack Obama ha chiesto agli americani che si ponga maggiore pressione sui legislatori affinché si possa adottare una nuova legislazione sul possesso e il controllo delle armi da fuoco: Le preghiere non sono abbastanza. Siamo l’unico Paese moderno sulla Terra in cui questo tipo di stragi accadono ogni tot di mesi. In qualche modo notizie del genere sono diventate una routine, anche la mia reazione su questo podio è diventata una convenzione. Stiamo diventando insensibili a tutto ciò.

Nonostante il grande interessamento di Obama alla questione è improbabile che da solo il Presidente possa avere numeri sufficienti per far passare una nuova regolamentazione delle armi da fuoco. La stretta dei Repubblicani al Congresso su questo tema è infatti molto forte. Quindi il leader degli Stati Uniti durante il suo discorso si è rivolto direttamente ai cittadini: “Vorrei chiedere al popolo americano di pensare cosa possono fare affinché il governo cambi queste leggi e salvi delle vite, lasciando crescere I nostri giovani. Per fare ciò ci sarà bisogno di cambiamenti politici. Se pensate che ciò sia un problema allora dovreste supporre che I vostri rappresentanti la pensino come voi.”