La polizia belga insieme alla procura ha diffuso un nuovo avviso di ricerca per il cosidetto “uomo col cappello“, uno degli attentatori delle stragi di Bruxelles, che a quanto sembra doveva farsi saltare in aria, come i suoi due compagni, nell’aeroporto di Bruxelles con un ordigno che poi non è esploso e finora non è stato trovato. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’uomo avrebbe camminato per circa 7 miglia parlando per la maggior tempo con qualcuno al telefono.

Nel comune di Zavantem avrebbe anche abbandonato la sua giacca chiara – che finora la polizia ha cercato senza successo di recuperare -, restando con una camicia azzurro chiara con le toppe ai gomiti – un altro particolare che si può notare dalle nuove immagini sono le scarpe marroni con una spessa suola bianca. La polizia, oltre a cercare aiuto per trovare l’uomo ha interesse anche a stabilire l’esatto percorso dell’”uomo col cappello“. Il video della polizia – che trovate in fondo a questo post – è stato reso possibile dalle telecamere di sorveglianza e ha permesso di ricostruire il percorso dell’uomo fino alle 9.50 – ricordiamo che le esplosioni allo scalo belga sono avvenute esattamente alle 7.58.

L’uomo scompare dai radar della polizia quando imbocca Avenue de la Brabanconne all’incrocio con la rue du Noyer. Complessivamente ha percorso dieci chilometri a piedi in poco meno di 2 ore. La stazione del metrò di Maelbeek è vicina, ma gli inquirenti escludono che possa aver avuto il tempo per essere presente al secondo attacco avvenuto alla metrò.