Melissa Dereani, una bambina di soli nove anni, non ce l’ha fatta e dopo un anno e mezzo ha dovuto arrendersi ad un tumore incurabile. La piccola che viveva a Paularo, in provincia di Udine, era una studentessa modello tanto collezionare voti altissimi, ed aveva come sogno nel cassetto quello di diventare una ballerina.

Il dramma comincia poco più di un anno fa, così come ha raccontato a “Il Mattino di Padova” il padre Alessandro, operaio molto conosciuto in città:

“Ad accorgersi che c’era qualcosa che non andava, nel dicembre 2014, sono stati gli insegnanti, perché mia figlia non riusciva a leggere bene alla lavagna“.

Colpa di un tumore alla testa, purtroppo non curabile, ma nonostante ciò la famiglia non si è mai arresa cominciando a rivolgersi a diversi ospedali, tra Udine, Trieste ed Aviano, dove Melissa continuava a sottoporsi a cicli di chemio e radioterapia. Anche l’amministrazione comunale del sindaco Ottorino Faleschini ha voluto dare un supporto continuo alla famiglia della piccola, con l’aiuto incessante di tanti altri concittadini di Paularo. Aggrappandosi alla fede qualche tempo fa i genitori di Melissa avevano addirittura accompagnato la bambina a Roma da Papa Francesco, che l’aveva ricevuta in udienza per benedirla, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Ieri pomeriggio la piccola se n’è andata mentre era ricoverata all’ospedale di Tolmezzo, gettando nel dolore più grande un’intera famiglia.