Un ragazzo 15enne ha perso la vita domenica notte in un tragico incidente a Barcellona: Gabriele Russo, studente del liceo scientifico ”Ettore Majorana” di San Giovanni la Punta (Ct) è caduto da una nave della Grimaldi Lines (foto by InfoPhoto), su cui si era imbarcato a Civitavecchia insieme ai compagni e con altri giovani provenienti da tutta Italia per uno stage letterario, “Amare leggere” organizzato dalla compagnia di navigazione. L’ipotesi, al momento più probabile, è che il ragazzo sia caduto in mare mentre stava giocando con i suoi compagni mentre la nave era ormeggiata nel porto della città catalana. L’equipaggio è subito intervenuto non appena ricevuto l’allarme da coloro che avevano assistito alla scena. I sommozzatori sono intervenuti in poco tempo ma hanno potuto solo recuperare il corpo.

Secondo la preside dell’istituto, Carmela Maccarrone, “si è tratta di una tragica bravata” ha spiegato all’Adnkronos. Ma sono diversi i testimoni a concordare nella versione che il ragazzo “improvvisamente ha preso la rincorsa e si è lanciato contro la ringhiera della nave superandola e perdendo l’equilibrio – ha spiegato un passeggero all’Ansa - È così caduto in mare nello spazio tra la nave il molo”. Una versione confermata dal rappresentante d’istituto, al quale il fratello di 14 anni, che era sulla nave, ha raccontato quanto visto: “Al ritorno da un’escursione i ragazzi erano sul ponte e a un tratto questo ragazzino, che sicuramente non era lucido, si è voltato di scatto verso il bordo della nave, ha cominciato a correre e si è buttato in mare. I ragazzi sono molto scossi per quello che è successo e mio fratello non ha saputo dirmi altro”.

La ricostruzione della Grimaldi Lines passa dal responsabile delle comunicazioni esterne, Paul Kyprianou, che parla di una fatalità: “La nave, arrivata ieri da Civitavecchia, era ferma attraccata in porto e, dopo aver portato gli studenti italiani nella città catalana, stanotte fungeva da albergo in attesa di ripartire oggi - ha detto Kyprianou .- Siamo stati informati dell’accaduto direttamente dal comandante della nave che ha sua volta intorno alle 2:30 era stato informato che un ragazzo era caduto in mare. Il ragazzo è caduto dall’ultimo ponte, il numero 11. Sono subito scattate le operazioni di ricerca e recupero, con le autorità locali marittime di Barcellona e i sommozzatori. Il corpo è stato trovato privo di vita verso le 3:30. Dalle prime indagini spagnole sembra che sia stato un fatale incidente, che poteva succedere in qualsiasi altro posto. La polizia ha interrogato amici e coetanei. Non sappiamo in quale condizione stesse il giovane, se sia stata una bravata finita male o in che stato siano tornati a bordo. Non possiamo sbilanciarci”.

La polizia ha compiuto i rilievi interrogando i ragazzi alla presenza di psicologi mentre le autorità locali sono ancora al lavoro per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Gli alunni sarebbero dovuti rientrare mercoledì.

LEGGI ANCHE

Investe bambina a Roma: a Fiumicino uccisa una ragazzina di quattro anni

Staffetta alcolica Facebook: in coma etilico a 13 anni

Marò India: udienza rinviata al 31 luglio

Strangola la moglie: femminicidio con un laccio da scarpe

Bimba morta a Roma: decesso durante operazione ad un orecchio