Fa discutere il caso di uno studente gay lasciato fuori dalla classe a Monza per via di una foto postata su Instagram in cui posa a torso nudo con un altro ragazzo. Una foto innocente di due giovani in vacanza che è stata mostrata agli insegnanti da qualche compagno e ha fatto scattare l’assurda misura di allontanamento dalla classe dello studente gay. Lo studente è tornato a casa in lacrime e non vuole più andare a scuola.

Il sedicenne sarebbe stato infatti emarginato e costretto a seguire le lezioni dal corridoio. L’episodio ha scatenato l’ira dei genitori che parlano di discriminazione, spiegando che il figlio ha buoni voti e i giudizi degli insegnanti sulla sua condotta sono sempre stati positivi. Secondo il padre del ragazzo, lo studente viene trattato ingiustamente nella scuola paritaria, l’Istituto cattolico professionale Ecfop, solo perché gay. L’uomo spiega che non è così che si educano i ragazzi.

Critica anche l’Arcigay che chiede al Ministero dell’Istruzione di prendere subito provvedimenti contro i dirigenti dell’istituto scolastico per fermare altri atti di discriminazione omofoba:

Fatto gravissimo, inconcepibile, per il quale chiediamo l’intervento fermo e severo del Miur. Spetta al ministero di inviare tempestivamente i propri ispettori.

Arcigay chiede sanzioni contro l’istituto e l’interruzione dei finanziamenti pubblici erogati alla scuola.

Studente gay emarginato a scuola, preside: seguiamo i dettami della Chiesa cattolica

Il preside dell’istituto difende l’operato del corpo docente in una nota:

Vi assicuriamo che non facciamo discriminazioni sessuali né razziali. La nostra attenzione è alla formazione professionale dei giovani, seguendo il dettame della pastorale sociale della Chiesa cattolica.

Parole che hanno ulteriomente infiammato le polemiche, anziché placarle. Flavio Romani, presidente di Arcigay, tuona:

Si tratta di una pratica discriminatoria grave, perché violenta nel messaggio e estremamente dannosa. Non esiste alcun catechismo che in Italia valga più della nostra Carta costituzionale.