Elia Barbetti, uno studente di 17 anni di Cecina, è stato trovato morto stamattina dopo essere precipitato dal sesto piano dell’Hotel Camplus Living Turro di via Stamira d’Ancona 25 – siamo a Milano Lambrate. Il ragazzo frequentava il Liceo Statale Enrico Fermi di Cecina e avrebbe dovuto visitare l’Expo di Milano. Questa tragedia ricorda da vicino quanto avvenuto a maggio a Domenico Maurantonio, studente padovano di 19 anni, anche lui in gita per l’Expo, morto a maggio dopo essere precipitato da una finestra del quinto piano dell’hotel Leonardo Da Vinci di Bruzzano.

L’allarme è scattato alle cinque di mattina, quando un vigilante ha chiamato il 112 per segnalare, segnalando la presenza del corpo senza vita del ragazzo nel cortile di un edificio adiacente all’hotel – si tratta di un’ex sede Telecom attualmente in ristrutturazione. Il punto in cui è stato ritrovato il corpo sarebbe a 4 metri in linea d’aria dalla finestra dell’hotel, e l’edificio in cui è stato ritrovato il corpo è separato dal resto del quartiere da un muretto di circa 3 metri di altezza.

Il ragazzo condivideva la camera d’albergo con tre compagni di classe che, quando è intervenuta la polizia, stavano dormendo. Il sopralluogo del pm Piero Basilone, che indaga assieme ad Alberto Nobili, ha confermato la presenza di droghe leggere nell’albergo. L’unica ipotesi che attualmente stanno prendendo in considerazione gli inquirenti sarebbe quella della caduta accidentale. Lo scenario però potrebbe cambiare, la zona è piena di telecamere di sorveglianza che gli investigatori stanno esaminando. Oltre alle ferite dovute all’impatto con il suolo, sul corpo dela ragazzo ci sarebbe un ematoma che si sarebbe procurato andando a sbattere contro il muro divisorio.