La polizia di Roma ha fermato un uomo di 40 anni poiché accusato di aver stuprato una turista di 49 anni, di nazionalità australiana, che – dopo una serata in giro per la Capitale – era stata picchiata, derubata e violentata. Sarebbe stato lui, dunque, ad aggredirla, come testimoniano le immagini delle telecamere di videosorveglianza acquisite dagli agenti. Nelle tasche del fermato sarebbero stati trovati persino dei dollari che potrebbero appartenere alla vittima. Alcuni testimoni, poi, avevano parlato di una donna in compagnia di un uomo, all’uscita da un locale di Roma: grazie a questi riscontri, è stato possibile risalire all’identità del presunto violentatore.

Stupro a Roma, acquisite immagini e testimonianze

La turista sarebbe stata vittima di uno stupro dopo una serata trascorsa in un disco pub nei pressi della stazione Termini di Roma: dopo, infatti, sarebbe stata persino derubata e picchiata da quest’uomo conosciuto domenica sera. L’aggressore, stando alle prime indiscrezioni, l’avrebbe portata in un luogo isolato e lì ne avrebbe abusato. “Mi ha dato un pugno in pieno volto e sono caduta per terra stordita” sono state le prime dichiarazioni della donna, ricoverata in ospedale con una prognosi di 30 giorni.

Stupro a Roma, vittima ha trauma cranico

La turista ha riportato un trauma cranico e alcune ferite al volto; tra l’altro, nei momenti successivi all’aggressione, è stata soccorsa da un passante che ha allertato i soccorritori. Resta da chiarire se il romeno di 40 anni fosse solo o se con lui ci fosse un altro connazionale che potrebbe aver preso parte alla violenza sessuale.