Una punizione estrema per un crimine estremo. In India, un tribunale speciale a Nuova Dehli ha condannato a morte i quattro imputati dello stupro di gruppo ai danni di una studentessa, in seguito al quale la ragazza è deceduta. Il fatto è avvenuto lo scorso dicembre.

Il giudice ha respinto le richieste degli avvocati difensori che invocavano una pena più leggera. Dalla sentenza si legge: “I tribunali non possono chiudere un occhio su questi crimini”. La condanna è per stupro di gruppo e omicidio a sangue freddo.

Tuttavia il procedimento giudiziario non è terminato. L’Alta corte di Delhi deve ratificare la condanna a morte. La difesa può poi appellarsi alla Corte suprema. Si stima una durata di diversi anni.

photo credit: teobonjour – www.matteomignani.it via photopin cc