Non accenna a placarsi la furia della violenza sessuale in India, e in particolare nello Stato dell’Uttar Pradesh. Una donna di 35 anni ha accusato un commissario di polizia di averla stuprata in commissariato, aggiungendo che tre agenti presenti non avevano fatto nulla per impedirlo. Secondo l’emittente televisiva locale Ndtv, il commissario è stato arrestato e i tre agenti sono stati sospesi.

Nella stessa regione, dove è altissimo il numero dei casi di violenza sulle donne, una donna di 44 anni è stata trovata impiccata ad un albero, nel distretto di Badaun. I suoi familiari sostengono che, prima di venire assassinata, sia stata anche stuprata. Sempre secondo quanto riporta la Ndtv, pochi giorni prima la donna aveva denunciato l’esistenza di un’organizzazione criminale dedita alla produzione illegale di alcolici. Sarebbe quindi stata uccisa per vendetta. Due settimane fa, sempre nell’Uttar Pradesh, due ragazzine di 14 e 15 anni erano state trovate impiccate, anch’esse dopo aver subìto una violenza sessuale.