Un finale di gara davvero emozionante quello degli Europei di corsa in montagna, che si è svolto ad Arco in provincia di Trento. A salire sul podio sono stati due italiani, i gemelli Martin e Bernard Dematteis, ma a commuovere tutti non è stato l’orgoglio per la vittoria del tricolore ma il momento dell’arrivo degli atleti al traguardo.

Bernard aveva, infatti, una ventina di secondi di vantaggio ma sul rettilineo finale ha voluto aspettare il fratello, lo ha preso per mano e, indicando il cielo, lo ha lasciato andare verso la vittoria. Un gesto davvero speciale dedicato al piccolo Matteo, il figlioletto di Martin che poco più di un anno fa è morto a soli undici mesi di vita. In men che non si dica il video del finale di gara ha fatto il giro del web, emozionando il popolo della rete. Bernard ha voluto, così, spiegare il motivo del suo gesto:

Avevo un sogno, arrivare sul traguardo con mio fratello gemello Martin. Nei giorni scorsi ho immaginato la scena e quando mi sono ritrovato a viverla ho sentito dentro di me una tempesta di emozioni. E alla fine è maturata naturalmente la sensazione di aspettare Martin e arrivare insieme a lui, un passo dietro di lui. Non l’ho fatto perché si dica che sono generoso o altruista, ma solo perché in questo preciso momento sentivo che doveva essere così. Ci sono cose che vanno oltre un successo e dopo trent’anni passati accanto a Martin, mi sono sentito in dovere di farlo“.

Anche Martin, oro europeo, è emozionatissimo e ha commentato la sua vittoria con parole toccanti:

“Non è facile parlare adesso, devo naturalmente ringraziare Bernard. Era da un anno che puntavo su questa gara per tornare, dopo tante difficoltà: è stata un’autentica rinascita sportiva, in salita ho pensato per tutto il tempo a Matteo e a tutte le persone care che mi hanno dato la forza per fare tutto questo, oggi e nei mesi passati”.