Vincere al Superenalotto sarà ancora più facile stando alle nuove regole di gioco che saranno introdotte probabilmente a breve. Il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha infatti firmato un decreto che consentirà di apportare alcune novità all’interno di uno dei giochi più popolari in Italia: si potrà vincere anche con il 2. In questo modo, stando alle stime, la percentuale di premi sul totale degli incassi dovrebbe passare dal 42 al 60 per cento.

La nuova categoria di vincita al Superenalotto va dunque ad aggiungersi alle attuali cinque. Si tratta del 6, del 5+, del 5, del 4 e dei 3 numeri indovinati sulla schedina, oltre all’opzione Superstar. Vincere anche con il 2 (ossia indovinando due numeri, fra quelli scelti), sempre stando alle stime, dovrebbe poi comportare una spesa che va dai tre ai cinque euro per ciascun giocatore, permettendo così il rientro della somma investita.

Se è vero che si vincerà anche con il 2, è però altrettanto vero che salirà il costo di giocata di una schedina: sale, in particolare, il prezzo della singola colonna, che passa dagli attuali 0,50 euro ad 1 euro (ma la giocata minima sarà di una colonna e non più di due). In questo modo la percentuale dell’Erario dovrebbe scendere del 28 per cento, anche se a distanza di un anno il divario dovrebbe essere recuperato, riuscendo addirittura a ricevere nuove entrate fiscali.

I tempi di introduzione delle novità per il Superenalotto non sono stati ancora resi noti ma si ritiene che non dovrebbero essere troppo lunghi e che comunque il tutto dovrebbe avvenire per dicembre 2015. Il decreto firmato dal Ministro Padoan andrà ora sotto il vaglio della Corte dei Conti e poi all’Agenzia delle Dogane, per la pubblicazione. Successivamente dovranno essere presi provvedimenti da parte dei Monopoli di Stato mentre la Sisal dovrà aggiornare le schedine e il software delle macchinette.