Se la magia di agosto, con lo spettacolo delle “lacrime di Lorenzo”, la brezza estiva, e il profumo di pini marittimi che pervade l’aria sembra ormai un ricordo lontano, ecco che settembre, nonostante abbia accolto il rientro dei molti vacanzieri con un tempo beffardo e capriccioso, è ancora in grado di regalarci sorprese. Sì perché, nasi pronti all’insù, sta notte torna a farci visita la super Luna! Un’incredibile spettacolo che ci ha accompagnato per tutta l’estate, ma attenzione, questa sarà la sua ultima apparizione: per rivederla dovremo aspettare fino al 14 novembre del 2016!

Non sarà tuttavia questo l’unico evento settembrino a farci sognare: muniti di un piccolo telescopio amatoriale, sarà infatti possibile osservare il passaggio di ben tre comete e, nel caso di cielo sufficientemente sereno, anche le stelle cadenti.

Fino al 10 settembre sarà visibile la cometa C/2013 V5 Oukaimeden che rimarrà molto bassa sull’orizzonte e verrà presto sostituita dalla C/2014 E2 Jacques, osservabile nella prima serata, dopo il tramonto, molto alta nei cieli. Gli esperti avvisano però che la sua luminosità si affievolirà abbastanza rapidamente, bisogna approfittare quindi dei primi giorni di settembre per poterla ammirare in direzione della Costellazione dell’Aquila. Infine farà ritorno la C/2012 K1 PANSTARRS che, ancora troppo poco visibile a luglio, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre dovrebbe mostrarsi in tutta la sua magnificenza, al picco luminoso.

Ed infine, a salutare definitivamente l’estate, torneranno anche le stelle cadenti, osservabili fino a 10-20 l’ora. Questo perchè siamo in un periodo dell’anno nel quale il punto nello spazio verso cui la Terra si muove lungo la sua orbita viene a trovarsi più alto nel cielo e la Terra viene così investita da una maggiore quantità di meteore.