Con il termine svernare (deriv. di ‘verno’, con l’ aggiunta del prefisso s-) ci si riferisce generalmente alla necessità di trascorrere la stagione fredda in condizioni climatiche il più possibile favorevoli, come ad esempio trasferendosi in località dal clima più mite (es. “I pensionati inglesi erano soliti svernare in ltalia”) o comunque mettendosi riparo dai rigori della stagione (es. “Portare le pecore a svernare”; “Alcuni uccelli svernano in Africa”, ecc.).

Il significato di questo termine sottende quindi l’ azione di trascorrere l’ inverno in un dato luogo o in una determinata condizione. In biologia, svernare si usa ad esempio in riferimento a quegli animali che trascorrono la stagione fredda in uno stato di più o meno completa inattività; oppure a quelle gemme che  passano l’ inverno sulla pianta, sviluppandosi solo nella primavera successiva. Se si parla di contingenti militari, con svernare ci si riferisce invece all’ atto ripararsi nei quartieri d’ inverno per sopportare meglio i rigori del freddo (es. “Le truppe svernarono in baracche”).

Più genericamente, il termine può altresì essere utilizzato per indicare l’ uscita dall’ inverno e il superamento della stagione fredda.

Sinonimi di svernare possono quindi essere considerati: passare l  ’inverno, trascorrere l’ inverno, o ibernare. Contrario è invece estivare.