La Tari è troppo alta, allevatore decide di portare in Comune un maiale dal valore commerciale pari al dovuto. Succede ad Arcella, una frazione di Montefredane in provincia di Avellino, dove Antonio D’Ambrosio ha pensato alla singolare iniziativa. L’uomo, presidente dell’associazione “Briganti d’Irpinia”, ha deciso di onorare alla tassa offrendo quanto di più prezioso: il suo bestiame.

«Considerato che non ho messo da parte i soldi per pagare la tassa sui rifiuti e volendo restituire in modo onesto le spettanze dovute entro il mese di gennaio», spiega l’allevatore dalle pagine de Il Mattino, «non essendo stato avvertito per tempo ed avendo investito i miei risparmi nell’acquistare un esemplare di puro maiale irpino non posso far altro che restituire al Comune di Montefredane l’acquisto effettuato». Il suino, considerata età e peso, dovrebbe valere attorno ai 400 euro, pari al debito da saldare. L’esemplare verrà consegnato il prossimo 31 gennaio, termine ultimo per il pagamento della tassa.

Fonte: Il Mattino

Immagine: Curious cute pigs via Shutterstock