Una donna di origine tedesca, di 57 anni, domenica notte sarebbe stata violentata da un ragazzo di circa vent’anni, mentre si trovava su viale Washington, nel cuore di Villa Borghese. La donna, che da almeno sei mesi vive a Roma, sarebbe stata ritrovata e soccorsa da un tassista di passaggio, che l’avrebbe aiutata a liberare le mani legate e avrebbe chiamato i medici del 118. Sarebbero stati questi ultimi ad avvisare le forze dell’ordine.

La donna tedesca vivrebbe nella Capitale da qualche mese e non avrebbe fissa dimora. Il ragazzo che l’avrebbe violentata, dopo averle legato le mani e averle messo un fazzoletto in bocca per non farla urlare, l’avrebbe abbandonata nuda e ancora legata nel luogo in cui avrebbe abusato di lei, a Villa Borghese.

Il presunto violentatore è attualmente ancora ricercato dalla polizia mentre la donna è ricoverata all’ospedale Santo Spirito, in stato di choc e con i segni della violenza sessuale subita. In realtà il ventenne non sarebbe uno sconosciuto per la donna perché lei stessa avrebbe raccontato di aver trascorso la giornata assieme a lui dopo averlo conosciuto in una zona centrale della capitale.