Le temperature globali si stanno innalzando, non è certo un mistero, e l’Italia non è indenne da questo allarme. Anche nel nostro Paese le temperature fanno registrare record in aumento e secondo un recente rapporto pubblicato dall’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) si sarebbero incrementate sia le temperature sia la siccità.

L’ISPRA ha infatti aggiornato l’annuale rapporto Gli indicatori del clima in Italia, report che illustra come il clima sia mutato nel corso dell’anno precedente (2015 in questo caso), andando ad aggiornare anche le stime sulle variazioni climatiche. Ebbene, a causa del fatto che il 2015 è stato un anno scarso di piogge e che le temperature abbiano stabilito un nuovo record, la situazione non è certo delle più rosee.

Per quanto riguarda le temperature, i mesi che hanno fatto segnare dati anomali sono stati soprattutto luglio, novembre e dicembre, con il caldo che ha colpito soprattutto la parte settentrionale del Paese. L’Italia ha quindi fatto segnare un aumento delle temperature che si aggirano attorno al + 1.58 gradi centigradi (con il picco estivo del + 2.53 gradi centigradi). Record anche per quelle che vengono definite notti tropicali, ossia con temperature minime maggiori di 20 gradi: ventisei in più rispetto al normale.

Per quanto riguarda le piogge invece, queste sono state intense e concentrate nell’arco di poche ore ma soprattutto sono state inferiori del 13 per cento rispetto alla media. Dati poco rassicuranti arrivano anche dal fronte siccità. Quest’ultima si è fatta sentire soprattutto nell’ultima parte dell’anno, causando in particolare al Nord problemi di deficit idrico. A preoccupare di più è stato anche il fatto che il mese di dicembre abbia praticamente fatto registrare una quasi totale assenza di piogge su quasi tutto il territorio italiano.