Una delle tendenze capelli di questo 2013 è la frangia, uno dei tagli più bon ton, chic e senza tempo che ci siano. Torna ciclicamente ed è sempre uno dei tagli più belli da vedere, ma anche tra i più impegnativi da curare.

Sfatiamo dunque il mito della frangia da rimirare solo sulle passerelle, perché essere sempre impeccabili è un must… Soprattutto fuori dalle passerelle!

La frangia è un’ottima soluzione per cambiare il proprio look in modo più o meno radicale, potrete mantenere la vostra lunghezza e con un taglio localizzato potrete completamente rivoluzionare voi stesse. Esistono diversi tipi di frangia, ecco una piccola guida che vi aiuterà a conoscere tutte le tipologie che si adattano in base alla forma del viso.

La frangia pettinata di lato è l’unica tipologia che si adatta più o meno a tutti i visi. E’ glamour. E’ elegante. E regala a chi la sfoggia un’aria quasi misteriosa, maliziosa, sensuale e intrigante. Si tratta di una frangia irregolare che risulterà più corta da un lato e più lunga dall’altro, in modo da fondersi e con-fondersi con il resto dei capelli.
Questo tipo di frangia, la frangia di lato, è ideale non solo per tutti i tipi di visi, ma anche per tutti i tipi di capelli, che siano ricci, lisci, spessi, sottili, lunghi o corti.

La seconda frangia è quella classica, la frangia lunga e piena, in perfetto stile Anni ’60, perfetta per chi ha dei capelli più o meno naturalmente lisci e dritti. Non si adatta a chi ha dei capelli ricci proprio perché verrebbe a crearsi uno stacco troppo netto. Una frangia caratterizzata da quell’effetto pieno e bombato, particolarmente ideata per chi ha un viso ovale, che in questo modo risulterà più sfilato; si sposa anche con i visi quadrati, dotati di mascella forte, o ancora con i visi triangolari o quelli dal mento appuntito. Inoltre, questa tipologia di frangia mette particolarmente in evidenza gli occhi.
La frangia lunga e piena non è consigliata invece per visi lunghi o troppo rotondi.

C’è poi la frangia indisciplinata, quella dal finish irregolare che regala un tocco vivace e frizzante al look. Perfetta un po’ su tutti i visi, anche su quelli irregolari che vengono compensati dall’imprecisione della frangia.

Particolarmente consigliata soprattutto per chi porta dei capelli molto corti, la frangia corta, che conferisce ai look molto corti un mood ancora più vivace. Perfetta per chi ha un viso tondo, in quanto la frangia corta tenderà ad assottigliarlo; perfetta anche per chi non ha una fronte molto spaziosa, perché in questo modo la frangia la farà sembrare più proporzionata al resto del viso. Sicuramente, la frangia corta è quella che impone meno cura, infatti basta farla asciugare naturalmente o con un getto di phon verso il basso.

Un’altra tipologia di frangia lunga è la frangia aperta sulla fronte, che appunto è divisa in due grandi ciuffi corti laterali che cadranno sulle tempie all’altezza degli occhi più o meno, mettendo così in evidenza gli zigomi, ma anche gli occhi (enfatizzate questi ultimi con un make up adeguato). Ideale per i visi ovali o rotondi. Meno indicata invece per un viso troppo squadrato.

Concludiamo con un artificio di capelli, ovvero la famosa frangia finta: in commercio ormai se ne trovano parecchie, e molte vi ricorrono per cambiare quando l’umore le guida, il proprio look. La frangia finta è una vera e propria extension che si mette e toglie con estrema facilità, grazie a un sistema di clip chiaramente ben nascosto sotto la chioma naturale, si può applicare a casa senza l’aiuto di un parrucchiere.

Credit by InfoPhoto

(Seguite Silvia Raffa anche su makeupandtvseries.it e sul nuovo thestylepedia.com)