Un uomo di sessantuno anni è stato denunciato dopo aver provato a rubare il quadro Tête de jeune fille di Paul Cézanne dalla Galleria Civica di Monza. Sorpreso nell’atto di compiere il furto, il presunto ladro si è nascosto in bagno per poi fuggire via. Successivamente, l’uomo sarebbe tornato alla Civica di Monza per tentare nuovamente il furto e una volta notato da una dipendente della Galleria, sarebbe scattata la segnalazione e quindi la denuncia alla polizia.

Una volta fermato dagli agenti, il presunto ladro avrebbe fornito una giustificazione davvero “originale” per cercare di spiegare il suo gesto: voleva dimostrare come fosse facile portare via un quadro da una Galleria. Gesto che evidentemente non è poi così tanto facile, visto che lui è stato notato in entrambe le occasioni in cui ha tentato di rubare il quadro di Cézanne e visto che alla fine non vi è neppure riuscito.

In seguito alla denuncia, la polizia di Monza sta ora indagando in merito ad eventuali contatti nel mercato delle opere d’arte rubate e sul motivo che avrebbe portato i dipendenti della Galleria Civica a non allertare immediatamente le forze dell’ordine in seguito al primo tentativo di furto del quadro di Cézanne.