Un tentato furto in un bar ristorante di Casaletto Lodigiano (provincia di Lodi) è finito in tragedia. Il titolare del locale, infatti, dopo essersi accorto della presenza di alcuni ladri avrebbe utilizzato il proprio fucile da caccia per difendersi e avrebbe ucciso uno dei presunti ladri. Il fatto è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì, intorno alle ore 3:30, quando il titolare dell’esercizio commerciale, che abita al piano superiore del bar, sarebbe sceso nel suo locale in seguito all’attivazione dell’allarme. Lì avrebbe sorpreso almeno tre uomini che avevano fatto irruzione, presumibilmente per un tentato furto.

Una volta scoperti i presunti ladri, sarebbe scaturita una colluttazione tra loro e il proprietario del bar ristorante, che infine avrebbe fatto fuoco con il suo fucile da caccia e avrebbe ucciso uno dei presunti ladri. La vittima è stata poi ritrovata a circa duecento metri di distanza dal bar ristorante, seminuda e senza documenti. Si presuppone che i complici abbiano cercato di rendere più arduo il riconoscimento agli inquirenti. I carabinieri di Lodi stanno infatti indagando per accertare dinamica ed eventuali responsabilità dei fatti. Il titolare del locale, prima di essere ascoltato dagli investigatori, è stato trasportato all’ospedale per essere medicato; l’uomo ha infatti riportato qualche lieve escoriazione.

Il Comune di Casaletto Lodigiano avrebbe già fatto sapere che darà tutta la propria solidarietà e vicinanza al ristoratore, ovviamente nel doveroso rispetto delle indagini che i carabinieri porteranno avanti.