Katia, la bimba scomparsa nella giornata di ieri nel Teramano, è stata ritrovata. A comunicarlo sono stati i carabinieri di Montorio al Vomano. La bambina attorno alle 18 di ieri stava giocando con gli amichetti davanti casa quando la madre, perdendola di vista per qualche istante, non l’ha più trovata. Alle ricerche, iniziate da subito, hanno partecipato anche la protezione civile e i vigili del fuoco.

Come spiegato all’AGI Ercole Gaetano delle Guardie ambientali di Teramo che hanno partecipato alle ricerche “I cani molecolari hanno fiutato la traccia e ci hanno spinto verso il posto in cui era la bimba si trovava. Poi siamo mosi a rastrello. Già ieri eravamo molto vicini, a circa 150 metri da dove l’abbiamo trovata oggi, ma era buio. La bambina era seminuda, spaventata e disorientata ma in buone condizioni di salute“.

Il ritrovamento della bambina è stato accolto con un sonoro applauso da parte di tutti a Montorio al Vomano. La piccola ha camminato nel bosco di Cusciano per almeno 800 metri e si è addormentata, sfinita, dopo essersi persa. Dopo il ritrovamento Katia è stata affidata alle cure mediche mentre la procura della Repubblica di Teramo procederà con gli accertamenti del caso necessari per comprendere le motivazioni in base alle quali la bimba si sia spinta nel bosco.

Katia è ancora sotto shock per l’accaduto ma è in buone condizioni di salute Mostra uno stato vigile, non ci sono segni di violenza né ferite di altro genere sul suo corpo. Non appena dato l’allarme dalla madre preoccupatissima, alle 18:30 circa sono immediatamente iniziate le ricerche presso la zona di Cusciano di Montorio al Vomano (Teramo). Come ricordato dal responsabile delle guardie ambientali Gaetano, sono stati utilizzati cani molecolari per setacciare l’intera zona boschiva. Proprio uno degli esemplari della muta ha ritrovato la bambina che giaceva nel bosco.