Nonostante il tumore, una donna è riuscita a portare avanti la sua gravidanza prima di farsi vincere dalla malattia contro cui combatteva ormai da due anni. Si tratta di Elena Furlan, una donna 37enne di Caselle de’ Ruffi, frazione del comune di Santa Maria di Sala in provincia di Venezia.

Elena è diventata mamma della piccola Maria Vittoria ma per lei non c’è stato più nulla da fare ed è morta sabato scorso all’ospedale di Mirano. Le sue ultime parole sono state rivolte al padre, che continuava a disperarsi cercando in ogni modo una soluzione al suo male:

Papà, lasciami andare“.

I funerali avranno luogo domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Caselle e papà Paolo, disperato per una perdita così grande, ha voluto ricordare la grande forza della figlia:

” ‘Se non ti fai operare morirai con la bimba in grembo‘, le dicevano tutti apertamente ma era tutto inutile, anzi, con la scusa di chiedere un pò di tempo per consultarsi col suo compagno friulano, Natale, farmacista a Tricesimo in provincia di Udine, ne approfittava per fuggire da quei luoghi e non farsi più vedere“.

L’uomo ha, però, voluto precisare quanto sia stato umano il personale dell’ospedale, ringraziandolo a modo suo:

“Sono luoghi a loro modo meravigliosi perché tutto il personale, dai medici agli infermieri dei reparti oncologici, tutti sono degli angeli tanto sanno tranquillizzarti e darti speranza“.

Oggi tutti piangono la scomparsa di Elena e, alle persone care, si è unito anche Ciro, il cagnolino randagio raccolto durante un viaggio Sardegna, che continua a piangere e latrare davanti casa della donna.