Dopo il terremoto che ha colpito il Massese e il Lucchese venerdì, durante la notte la terra ha continuato a tremare nella zona della Lunigiana, in Toscana. Sono state avvertite oltre 12 scosse, l’ultima alle 7.59 del mattino. La più forte, registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stata di magnitudo 3.4 alle 3:56, con ipocentro a 10.5 km ed epicentro sempre nei pressi dei comuni Giuncugnano, Minucciano e Casola. (foto by InfoPhoto)

Oggi il capo del dipartimento della protezione civile, Franco Gabrielli, sarà visita nelle zone colpite dall’evento. ”Siamo stati costantemente in contatto con le strutture di protezione civile delle Regioni Toscana, Emilia-Romagna e Liguria che si sono attivate prontamente per dare il necessario supporto alle popolazioni Le riunioni sul territorio, passata la notte, serviranno per fare il punto della situazione prima di tutto con i sindaci e gli amministratori locali e per raccogliere le eventuali richieste di supporto che, nel caso, potranno essere messe in campo dal Servizio nazionale della protezione civile”, ha dichiarato Gabrielli venerdì sera.