Un forte terremoto di 6.0 gradi della scala Richter ha svegliato la notte scorsa tutti i californiani, in particolare gli abitanti di San Francisco. L’epicentro è stato localizzato nella Napavalley, secondo il Servizio Geologico degli Stati Uniti. Molti i messaggi apparsi su Twitter da parte degli abitanti della città, spaventati da una scossa considerata forte anche in una zona come questa, a forte rischio sismico.

Erano le 3.20 di notte (in Italia le 12.2o) quando la terra ha tremato, a circa 60 chilometri dal nordest di San Francisco. E’ iniziata subito una verifica dei ponti della città che, comunque, non sono stati chiusi neanche per un secondo. Particolare attenzione per il Golden Gate. A quanto pare, paura a parte, non ci sono danni significativi e neanche feriti.

Il terremoto è durato 30 secondi. I cittadini temono che possa essere un’avvisaglia del Big One, il sisma distruttivo che da queste parti attendono ormai da decenni. Poche ore prima che la terra tremasse in California, anche in Cile c’era stato un terremoto, di magnitudo 6.4 della scala Richter. Anche in questo caso, non vengono segnalati danni.