Se l’è vista brutta Alexandra Filotei, finita suo malgrado coinvolta nel terremoto in Centro Italia. Ancora in vita, non ce l’ha purtroppo fatta la madre.

ISTANTI SPAVENTOSI

Il volto noto dello spettacolo stava trascorrendo qualche giorno nella frazione in provincia di Ascoli Piceno. Durante i drammatici avvenimenti era insieme ai genitori, un amico di famiglia e ai due figli di lui. Alexandra aveva chiuso gli occhi, palpebre serrate a estrema difesa dal male. Alexandra non voleva vedere, restando così per un tempo per lei incalcolabile, cancellando il presente in attesa della fine o di un nuovo inizio. Alla fine tutti si sono salvati tranne mamma Ada, mentre il padre Marino è ricoverato a Perugia. Alexandra rimane invece attualmente ricoverata nel reparto di rianimazione all’ospedale di Ancona, dove è arrivata in stato di choc ed è stata sottoposta a un intervento chirurgico.

DIVERSE LE FICTION IN CUI HA RECITATO

Alle cugine, che le hanno fatto visita in ospedale, ha spiegato il perché di quegli occhi ostinatamente chiusi: “Avevo paura di ciò che avrei visto. Sentivo odore di gas e lo respiravo. Mi dicevo: è meglio morire così, almeno non mi accorgo di nulla”. Dopo un lungo e paziente lavoro i soccorritori sono riusciti a tirare fuori Alexandra dai detriti. Attrice e regista romana di cabaret, 48 anni, è nota anche al pubblico televisivo per la partecipazione a programmi sul genere e per un ruolo nel cast de La squadra. “Un ciclone in famiglia” l’altra amata fiction tv di cui è stata interprete “Un ciclone in famiglia”. Ha preso parte pure al film in due puntate per la televisione “La luna nel pozzo”, negli anni ‘90. Nei tragici istanti si trovava nella casa estiva dei suoi genitori a Pescara del Tronto per qualche giorno di relax dopo essersi esibita nei giorni precedenti in zona con il suo spettacolo.