Ad Amatrice si dorme sull’asfalto, accanto alle auto in sosta, con coperte sulle spalle e bottiglie d’acqua per passare la prima lunga notte. La prima fuori di casa, con interi paesi rasi al suolo e una situazione che sembra essere drammatica. La macchina dei soccorsi non si ferma e cerca, con tutti i mezzi possibili, di recuperare le persone intrappolate sotto le macerie. Un centinaio di sfollati, intanto, sono stati ospitati nel campo di Accumoli gestito dalla protezione civile con circa 80 volontari che stanno fornendo servizi alla popolazione colpita del terremoto di magnitudo 6.0. Ad Arquata del Tronto i volontari stanno allestendo, nel centro sportivo, 18 tende. La gente, al momento, preferisce dormire in macchina, nonostante siano state approntante numerose aree di accoglienza: a riferirlo è il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.

Diversi i proprietari di alberghi che hanno messo a disposizione – gratuitamente – le proprie strutture per ospitare gli sfollati. Alcuni di questi sono stati rilanciati su Facebook anche da personaggi noti, come Fiorella Mannoia.

Oggi pomeriggio, alle 18, si riunisce il Consiglio dei ministri per dichiarare lo stato d’emergenza e per stanziare i primi fondi, ovvero 50 milioni di euro. 

Terremoto, almeno 247 morti

Intanto il numero dei morti sale a 247, secondo l’ultimo bilancio diffuso dal Dipartimento della Protezione Civile: nello specifico, le vittime sono 190 nel Reatino e 57 nell’Ascolano. Ad Amatrice i morti sono oltre 190, come confermato dal sindaco Sergio Pirozzi. Si teme che il numero dei morti possa superare quello del terremoto dell’Aquila del 2009. Ma il bilancio ufficiale di 247 morti è un numero destinato a crescere, ha precisato Fabrizio Curcio. I feriti ospedalizzati, invece, sono 264.

Terremoto, nuove scosse

Alle 5.17 si è registrata una nuova scossa di magnitudo 4.5, avvertita nelle Marche e nel Lazio con epicentro tra Accumoli, nel Reatino, ed Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Il sisma ha avuto ipocentro a circa 10 km di profondità, secondo l’Ingv. Dalla mezzanotte sono state registrate oltre 60 scosse di magnitudo 2.0 o superiore: la più forte all’1.22 di 3.8.

Dall’inizio dello sciame e fino alle 7 di stamattina sono state registrate 460 scosse, ha precisato la Protezione Civile nel corso della conferenza stampa a Roma.

All’Hotel Roma, stando alle prime informazioni, erano presenti almeno 30 persone: alcune di loro sono riuscite a salvarsi, due sono stati estratti vivi sotto le macerie, altri due sono morti. Inizialmente il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi aveva parlato di una “settantina di persone”: si cerca, dunque, un gruppo di turisti che si trovava lì per la Sagra dell’Amatriciana prevista per domenica.

Due, invece, i dispersi accertati ad Arquata del Tronto, secondo quanto hanno riferito i soccorritori.

Cosa fare in caso di nuove scosse - Come donare €2 con un sms - Come rendersi utili - I numeri da chiamare - Come donare sangue - La situazione del traffico

(ULTIMO AGGIORNAMENTO ORE 9.43)