Dopo il terremoto di questa notte, le scosse proseguiranno nei prossimi giorni. Lo dicono gli esperti.

‘TEMIAMO FORTE STRASCICO’

L’area interessata è considerata ad alto rischio per la presenza di faglie sismogenetiche. “Temiamo uno strascico di repliche anche forti. Questo sisma di magnitudo 6.0 non sarà l’unico sussulto della terra in quest’area perché l’esperienza ci dice che, in situazioni come questa, è possibile uno strascico di repliche anche forti” spiega Tertulliani, primo ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Tertulliani però invita a non fare “allarmismi” perchè, ribadisce, “repliche di scosse conseguenti un terremoto di questa portata è un fenomeno prevedibile e diffuso”.

INCERTEZZA SU QUELLO CHE VERRÀ

“Siamo in piena sequenza, ora sono state registrate numerose repliche e continueranno per molti giorni”. E’ il quadro tracciato da Alessandro Amato, dirigente di ricerca dell’Ingv, che avverte: “Non e’ dato sapere se ci saranno altre scosse uguali o più forti”. Effetti pesanti intanto si registrano sulla viabilità, non solo per le difficoltà a raggiungere i centri abitati rimasti isolati dopo le scosse.

SPOSTATI I GIUNTI

Il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso pubblica intanto sulla sua pagina Facebook aggiornamenti inerenti il traffico e la viabilità nella zona. Ecco il suo ultimo post: “La rete autostradale abruzzese può essere percorsa in tutte le direzioni”. Nello specifico sull’autostrada Pescara-Roma all’altezza della gran Guizza di Popoli “si è rilevato uno spostamento di un ‘giuntio’ di viadotto di qualche centimetro ed è sotto valutazione del personale di Strada dei Parchi”. Luciano D’Alfonso rende inoltre noto che è attualmente in corso, come fatto pure sapere dalla Protezione Civile Regionale, un terzo sopralluogo alla Diga di Campotosto che però “non fa rilevare danni o criticità”. Relativamente ai collegamenti ferroviari D’Alfonso scrive sempre sul social network: “Rete Ferroviaria Italiana fa sapere che la linea adriatica è in esercizio ma quella di Teramo Giulianova è sotto verifica”.