E’ stata una notte di paura nelle Marche visto che la terra ha continuato a tremare senza dare tregua alla popolazione già colpita duramente dal terremoto. Prima il sisma del 24 agosto ha devastato Accumoli, Amatrice ed Arquata, poi un altro fortissimo terremoto è stato avvertito persino a Roma facendo registrare nuovi crolli. Fortunatamente non c’è stata alcuna vittima ma soltanto una decina di feriti.

Terremoto, notte di paura nelle Marche

Stanotte, invece, si sono registrate altre scosse di terremoto: la più forte è delle 4.13 con epicentro a Fiordimonte, a circa 10km da Ussita, uno dei comuni più colpiti dall’ultimo terremoto che ha messo in ginocchio il Centro Italia e che ha reso impossibili anche le comunicazioni telefoniche. In totale, dunque, sono state circa 100 le scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2 registrate a partire dalla mezzanotte tra Marche ed Umbria. A riferirlo è l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che ha precisato come 11 di queste sono state di magnitudo compresa tra 3 e 3.5.

La più forte è stata registrata alle 4.13 con epicentro a 10 km da Ussita (Macerata); un’altra invece si è verificata circa un’ora dopo, alle 5, sempre nella stessa zona e con una magnitudo di 3.4. Per le scosse di terremoto di stanotte, per fortuna, non si registrano nuovi crolli.

Terremoto, scosse anche a Castelsantangelo sul Nera

Scosse anche a Castelsantangelo sul Nera (Macerata) alle 23.33 con ipocentro a 8,3 km di profondità. Un’altra di magnitudo 2.8 è stata registrata alle 23.54 con ipocentro a 10,2 km di profondità ed epicentro vicino Preci (Perugia). E persino ieri pomeriggio, durante il vertice coi sindaci, la Presidente della Regione Catiuscia Marini, il commissario per la ricostruzione Vasco Errani e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, è stata avvertita una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 a Norcia (Perugia).