Nuova scossa di terremoto di magnitudo 2.9 nel nord della provincia di Perugia. Registrata alle 5.27, non avrebbe causato né danni alle persone né alle cose. Stando alle prime informazioni trapelate, il sisma ha avuto ipocentro a 9 km di profondità ed epicentro a Gubbio. Intanto la terra è tornata a tremare anche nelle zone duramente colpite dal terremoto del 24 agosto, quello che ha devasto il Centro Italia, mettendo in ginocchio Amatrice, Accumoli ed Arquata dove – ancora in queste ore – si continua a lavorare incessantemente per rimuovere le macerie e per far tornare il Paese alla normalità. Il Governo ha promesso che – in pochi anni – i comuni distrutti verranno ricostruiti e che gli sfollati potranno avere un futuro dignitoso per sé e per le proprie famiglie.

Scossa di terremoto anche ad Amatrice

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 con epicentro a Rieti e ipocentro a 9 km di profondità è stata registrata dall’Ingv proprio stanotte intorno alle 00.06 e distintamente avvertita dalla popolazione, ormai stremata dalla terra che continua a tremare. Una seconda scossa, invece, è stata avvertita alle 00.22, pochi minuti dopo da quella di magnitudo 2.2, proprio ad Amatrice (Rieti): in questo caso la magnitudo è stata di 2.8, come rilevato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).