La terra continua a tremare in Centro Italia dove, alle 6.34, è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 che si è sviluppata ad una profondità di circa 13 chilometri, 2 chilometri a ovest di Campotosto, tra le province de L’Aquila e Rieti. A darne comunicazione sono stati i sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Il sisma è stato avvertito persino nei comuni di Amatrice e Accumoli, duramente colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016, e anche nei capoluoghi di provincia Rieti e L’Aquila. Tanta paura ma fortunatamente – al momento – non si registrano danni a persone o cose.

“Ci sono state tre scosse ravvicinate, una di 3.3, le altre sotto i 3, che hanno impaurito molto ma non ci sono stati danni” ha dichiarato il sindaco di Campotosto, Luigi Cannavicci. Ha anche aggiunto che non ci sarebbe “molta gente per strada”.

Oltre alla scossa principale di 3.9 se ne sono registrate altre tre a partire dalle 20.55 di ieri: la prima di 2.2, la seconda di 2 e più tardi, alle 23.01, una scossa di 2.4 sempre a Campotosto.