La terra continua a tremare e non dà tregua al Centro Italia, già vittima del sisma di magnitudo 6.0 che il 24 agosto ha distrutto Amatrice, Accumoli ed Arquata causando quasi 300 vittime. L’ultima scossa di terremoto è stata avvertita stanotte intorno alle 3:34: di magnitudo 4.3, ha interessato la provincia di Perugia, ad una profondità di 11 chilometri, come riporta il sito dell’Ingv. La scossa è stata avvertita anche a Rieti, Macerata, Foglino e nella zona del Perugino. A seguire un’altra scossa da 3.0 a Perugia alle 5.19, ad una profondità di 8km.

Terremoto, a Norcia né crolli né vittime

La scossa di magnitudo 4.3, che ha colpito la provincia di Perugia, è stata avvertita anche a Norcia, esempio virtuoso di comune nel quale non sono crollate abitazioni né si sono registrate vittime. Dopo un violento terremoto, Norcia, infatti, è stata ricostruita con criteri antisismici. Intanto, stanotte, centinaia di persone – impaurite – sono scese in strada e al momento, fortunatamente, non si registrano né vittime né feriti, come riferisce il sindaco Nicola Alemanno. Ci sarebbero stati soltanto dei piccoli crolli sulle mura antiche della città e in altri punti, già danneggiati dal sisma del 24 agosto.

Infine sono state avvertite altre scosse, di intensità minore, sempre nella zona tra Ascoli Piceno e Perugia.